Skip to content Skip to footer

Caccia di selezione con la neve. È possibile?

ATTIVITÀ VENATORIA

Sono giunti in redazioni diversi quesiti da parte di cacciatori, soprattutto marchigiani, finalizzati ad ottenere chiarimenti in merito al divieto o meno di poter effettuare la caccia di selezione agli ungulati sui terreni coperti in tutto o nella maggior parte di neve; si ritiene di fornire i seguenti chiarimenti, utili a molti, alla luce dell’espansione dell’attività di selezione non solo nei territori delle Marche.

Il divieto di caccia sui terreni coperti in tutto o nella maggior parte di neve è previsto dall’art. 21 lett. m) della L.11.2.1992 n.157, fattispecie introdotta con la chiara finalità di tutela della fauna, propria della normativa e pertanto materia esclusiva dello Stato.

La legge del 11.8.2014 n.116 “Conversione in legge, con modificazioni, del decreto legge 24.6.2014 n.91, recante disposizioni urgenti per il settore agricolo, al tutela ambientale … nonché per la definizione immediata di adempimenti derivanti dalla normativa europea” all’art. 3-bis ha modificato l’art. 21 lett. della legge 157/92 introducendo dopo “salvo nella zona delle Alpi” la locuzione “e per l’attuazione della caccia di selezione agli ungulati”, rendendo così inapplicabile il divieto di caccia sui terreni coperti in tutto o in parte di neve per tale specifica forma di caccia.

Tra l’altro il divieto di effettuare la caccia di selezione in presenza di terreni coperti dalla neve era illogico, visto che tale forma di “prelievo” non è libera ma segue un rigido protocollo e soprattutto un piano di abbattimento, e a nulla rileva il fatto che il capo assegnato venga prelevato con il terreno libero oppure innevato.

Alla luce di tale modifica apportata da una legge dello Stato, la Regione Marche, a sua volta, ha proceduto alla modifica della legge regionale Marche n.5.1.1995 n.7, che si è resa necessaria quale elemento di chiarezza, in quanto diversamente avrebbe dovuto essere disapplicata la stessa 157/92 così come modificata da una norma gerarchicamente superiore. Pertanto si è giunti all’approvazione del Regolamento Regionale 23.3.2012 n.3 “Disciplina per la gestione degli ungulati nel territorio regionale”, in attuazione della legge regionale 5.1.1995 n.7 e D.G.R. n.543/2014 “Calendario per il prelievo in forma selettiva degli ungulati per la stagione 2014-2015”; in quest’ultimo, difatti, si rimanda correttamente ai divieti ed alle limitazioni previste dalle vigenti disposizioni normative.

Nelle Marche, pertanto, ad oggi non esiste alcun divieto all’esercizio nella caccia si selezione agli ungulati sui terreni coperti in tutto o nella maggior parte di neve.

 

Avv. Alessandro Fiumani

the Kick-ass Multipurpose WordPress Theme

© 2024 Kicker. All Rights Reserved.